N°5: FRATTURE

Mondi contro

Le fratture che attraversano e squarciano le nostre società, il conflitto dei tanti “mondi” di questo secolo, sono al centro della sezione monografica del numero. “Fratture. Mondi Contro” è, infatti, il titolo di copertina di questo quinto numero, che offre una precipua attenzione sull’evoluzione sociale, economica e valoriale del nostro tempo e alle “fratture” che ne conseguono, in cui si scontrano nuovi e vecchi mondi la cui ricomposizione appare difficile e complessa in una stagione in cui l’orizzonte della politica è volto solo al breve termine. Il volume è poi completato da una serie di approfondimenti sul rapporto Italia-UE all’alba di una nuova e forse diversa legislatura europea, sugli scenari geopolitici e globali indotti dalle tecnologie e dai nuovi equilibri politici ed economici.

Il “Colloquio” con Tiziano Treu apre la sezione monografica con una riflessione sul futuro del lavoro, sugli effetti che la rivoluzione tecnologica produce sull’occupazione, sulla possibilità di costruire un nuovo “patto sociale” fondato sull’Agenda 2030 e sul concetto di sostenibilità. Il quadro della “frattura” sociale ed economica è oggetto dei contributi di Nicola Rossi, che ci offre un punto di vista innovativo sul tema della distinzione tra impoverimento e disuguaglianza, di Paolo Garonna, che affronta la questione della crisi del ceto medio e il blocco dell’ascensore sociale, di Giuseppe Guerini, che riflette sul tema del welfare, mentre Roberto Monducci, presenta un ampio quadro statistico dell’economia e della società italiana negli ultimi quindici anni. I temi della “frattura” politica e valoriale trovano invece spazio nei saggi di Davide Giacalone (la questione giustizia e non solo), Benedetto Ippolito (separazione tra politica, istituzioni e identità valoriali) Ferdinando Adornato (immediatezza vs mediazione) e Marco Impagliazzo (Occidente vs Islam) con la sezione “Lettere dalla Storia” che propone un saggio storico di Andrea Ungari sullo “scontro” tra Est e Ovest nel corso dei secoli.

La riflessione sulla “questione europea”, prosegue in questo numero con la sezione “Italia-Europa” e “Lettere dall’Europa” che ospitano i contributi di Antonio Martino e di Corrado Ocone sull’euro a venti anni dalla sua costituzione,  di Angelo De Mattia sulle priorità che attende la nuova legislatura europea riguardo ai temi monetari, di Gaetano Micciché sul tema finanza e investimenti e di Filippo Mazzotti, che ripercorre il decennio che ci separa dalla crisi greca e che ha segnato l’Europa dell’ultimo decennio.

Balcani ed Algeria sono le dimensioni geopolitiche cui sono dedicati gli approfondimenti a firma degli Ambasciatori Giovanni Caracciolo di Vietri e Roberto Antonione e dalla studiosa Bruna Bagnato, mentre la sezione “Scenari” propone la seconda parte del saggio di Maurizio Mensi sul cyberspazio, nuove tecnologie e regole, nonché un contributo di Alessandro Aresu su investimenti, strategia e guerra tecnologica alla luce dello scontro Cina-Usa.

Infine, la sezione “Archivio” è impreziosita da un discorso inedito di Bettino Craxi, pronunciato a Berlino il 9 novembre 1990 a pochi mesi dalla caduta del “Muro”, introdotto da una contestualizzazione storico-politica a cura di Nicola Carnovale.

HANNO CONTRIBUITO A QUESTO NUMERO
Ferdinando Adornato Roberto Antonione Alessandro Aresu Bruna Bagnato Mario Barbi Giovanni Caracciolo di Vietri Nicola Carnovale Giuliana Coccia Bettino Craxi Angelo De Mattia Paolo Garonna Davide Giacalone Giuseppe Guerini Marco Impagliazzo Benedetto Ippolito Antonio Martino Filippo Mazzotti Maurizio Mensi Gaetano Miccichè Roberto Monducci Corrado Ocone Nicola Rossi Tiziano Treu Andrea Ungari